Aspettando Windows 8
Scritto da Luca ( 20/02/2012 @ 20:51:29, in Software, linkato 683 volte)

La Consumer Preview sarà presentata il prossimo 29 febbraio al Mobile World Congress di Barcellona. Confermata entro il 2012 anche la pubblicazione della versione "on ARM".

windows 8

L’appuntamento è stato fissato. Il prossimo 29 febbraio, alle ore 15 presso il Mobile World Congress di Barcellona, Microsoft svelerà la Consumer Preview di Windows 8, il nuovo sistema operativo dell’azienda di Redmond che punta tutto sulla compatibilità con la sua versione mobile. Una tendenza che si muove in accordo con i dati che vogliono già in atto lo spostamento delle preferenze dell’utenza dai dispositivi fissi (PC Desktop) a quelli portatili, dagli smartphone ai tablet, e che probabilmente è destinata a consolidarsi ancora in futuro.
Non c’è dubbio infatti che questa sia la novità più attesa, al di là di quello che possa essere l’interesse della lista dei giochi che saranno presenti sul Windows Store o la curiosità (ancora tutta da confermare) della scomparsa o meno dello storico pulsante Start. Una novità, anticipata da Steven Sinofski, vice presidente della divisione Windows, sul blog Building Windows 8, e chiamata “Windows on ARM”, o WOA, a conferma del fatto che con il nuovo sistema operativo Microsoft gioca la carta dell’architettura ARM, per rilanciare sui tablet l’esperienza di Windows 8, in una versione analoga a quella per architettura x86/64.
Versione che “offrirà agli utenti nuove esperienze senza compromessi” e che “ha un elevato grado di elementi in comune e gran parte del codice condiviso con Windows 8… Ci si identifica nello stesso modo, si lanciano le applicazioni nello stesso modo, si usa il Windows Store nello stesso modo, avrà la stessa veloce e fluida esperienza”, come conclude lo stesso Sinofski.
Ovvia quindi la competizione con i sistemi operativi leader del settore mobile, da un lato Android e dall’altro iOS. Resta la sensazione che questo 2012 sia l’anno in cui Microsoft si giochi molte delle sue carte per il futuro, perché se è vero che Windows 7 ha superato i 500 milioni di copie vendute, è altrettanto vero che in 4 degli ultimi 5 trimestri ha deluso le stime degli analisti. Prima tappa allora al Mobile World Congress di Barcellona.