I virus minacciano i Mac
Scritto da Luca ( 24/04/2012 @ 08:46:33, in News, linkato 689 volte)

Dopo l'infezione "Flashback", che ha riguardato oltre 600mila Apple, c'è un altro pericolo in agguato. Si chiama Sabpab, un malware che si diffonde attraverso i documenti Word.

È finito il tempo dell'inviolabilità dei Mac. Anche i computer della Mela si "beccano" i virus, come qualsiasi altro PC. Questa volta non si tratta di pochi isolati casi, ma di contagi "di massa", con i quali i malintenzionati di turno controllano i computer infettati e si impossessano dei dati personali degli utenti.
Prima c'è stato il ciclone "Flashback", un trojan che sfruttava una falla di Java e si insinuava nel sistema, camuffandosi da aggiornamento di Flash. In poco tempo questa minaccia è riuscita a diffondersi su oltre 600mila Apple. La più grande "infezione" per Cupertino nella storia dell'ultimo decennio. Ora invece sembra che gli utenti della Mela debbano preoccuparsi di una sua variante. Si chiama Sabpab, si diffonde attraverso i documenti di Word e, proprio come Flashback, non ha bisogno della password di amministratore per installarsi sul computer. Se per caso il documento infetto viene aperto, il malware contenuto si installa sul computer e apre una connessione con un server remoto, attraverso il quale gli hacker accedono alle informazioni personali o installano altro codice malevolo.
C'è da dire però che il pericolo di infezione riguarda solo gli utenti che ancora non abbiano installato gli ultimi aggiornamenti software Apple, quelli nei quali è inclusa la patch che ripara la vulnerabilità del codice Java e rimuove il malware dai computer che lo abbiano contratto. I tecnici di Sophos, l'azienda specializzata in sicurezza informatica che ha scovato questa nuova minaccia, tranquillizzano solo in parte gli utenti Mac. Non c'è pericolo, proprio perché Apple ha già rilasciato una patch di sicurezza, che Sapbab si diffonda rapidamente quanto il suo collega Flashback, ma non per questo vuol dire che si possa abbassare la guardia.
Secondo Graham Cluley di Sophos «è finito il tempo in cui gli utenti Mac potevano navigare e lavorare rilassati» i computer Apple sono molto più diffusi e le minacce dal web riguardano anche loro. Anche chi ama la Mela, insomma, dovrà cominciare a fare i conti con l'installazione e l'aggiornamento di antivirus.