Wii U, alla scoperta della nuova console Nintendo
Scritto da Luca ( 20/11/2012 @ 15:35:21, in Hardware, linkato 568 volte)

Il primo giorno con la Wii U, impressioni a caldo
La nuova console Nintendo Wii U è appena arrivata sul mercato USA.

Impostare il gioco è facile, ma installare il software è un po’ più complicato. Nintendo ha pubblicato un aggiornamento per installare alcune funzioni, come WiiVerse, e ciò significa che sono necessarie da una a tre ore (a seconda della velocità di connessione) per fare il download e l’installazione. Di certo non è un ottimo inizio per tutti i consumatori che non vedono l’ora di giocare.
Terminato l’aggiornamento bisogna eseguire il setup, creare un avatar prima di iniziare a giocare, e creare una Nintendo ID per poter giocare in rete. Inoltre bisogna settare anche tutte le funzionalità del telecomando GamePad, che controlla il volume, i canali e le sorgenti d’ingresso. Per fortuna è la parte più facile del processo.
Il GamePad è la cosa più importante della Wii U perché permette di accedere al menù e di scegliere una funzione con un touch. Per caricare altre opzioni, come Nintendo eShop, è necessario premere il bottone Home. La cosa più fastidiosa è la lentezza del software, dal lancio dei giochi alle applicazioni. La cosa invece positiva è che la console supporta una grafica ad alta definizione. I giochi come Scribblenauts Unlimited o Nintendo Land sono veramente fantastici. Ma per i giochi come ZombieU, che dovrebbero apparire realistici, si potrebbe rimanere delusi. Il GamePad è la console di nuova generazione, e presto potrebbe mettere in ombra la Xbox 360.

GAME PAD
Prima del lancio la Nintendo ha passato molto tempo a studiare le funzioni del GamePad, un ibrido tra touch screen e telecomando. La prima cosa che si nota sono le sue notevoli dimensioni, ma usandolo si capisce che non pesa molto, sicuramente meno di un iPad.
Purtroppo però viene utilizzato come i vecchi controller, ma il problema è che è stato modificato rispetto il tradizionale controller cambiando la posizione della levetta analogica di destra e dei quattro bottoni con le lettere. Coloro che hanno già giocato con una console, come ad esempio il Game Cube, sanno istintivamente che la levetta analogica è sotto i bottoni, cosa che la Nintendo ha cambiato sia nel GamePad che nel Pro Controller. Chi non ha mai utilizzato il controller vecchio non avrà problemi, ma sarà un problema per tutti gli altri. Nonostante questo inconveniente, i bottoni e la levetta funzionano bene. Lo schermo del GamePade è un 6.2 pollici touch screen con una risoluzione 854 x 480. La caratteristica più interessante, oltre al fatto che si può non solo giocare ma anche guardarsi film, è la nitidezza dell’HD. E’ possibile vedere un  telefilm da Netflix e giocare, il tutto con la televisione spento.